Simone, Le Castor. La costruzione di una morale

madauFormato 17×24, pagine 101, Euro 14,00
ISBN: 978-88-8467-979-6 (Miscellanea)

di Bastiana Madau
nota introduttiva di Alessandra Pigliaru

(Ascolta l’intervista all’autrice)

A 30 anni dalla morte di Simone de Beauvoir, avvenuta a Parigi il 14 aprile del 1986, Bastiana Madau imbastisce un testo che non è un omaggio di circostanza, bensì ripercorre alcuni tratti salienti del pensiero della grande scrittrice e filosofa, come quello della «costruzione morale», che a suo dire attraversa l’intera opera: dai saggi ai romanzi alla monumentale autobiografia. La vicinanza al pensiero della filosofa francese pone l’autrice di Simone, le Castor in una posizione privilegiata: da un lato, infatti, la puntigliosità analitica si misura con perizia intorno ad alcuni testi (in particolare Memorie di una ragazza per bene, Per una morale dell’ambiguità e L’invitata) e dall’altro si sporge verso la riconoscenza. In questo risveglio che intreccia teoria e prassi, parola e impegno, decide di consegnare un ritratto di Simone de Beauvoir ai bordi di una promessa – quella che lambisce solo in parte gli anni Sessanta che si stanno affacciando e che puntellano la mappa più grande di ciò che arriverà. In questo stato di attesa, di qualcosa a venire che sarà la donna come «soggetto imprevisto della storia», la strada verso la morale appartiene a un ambito molto più intimo di quanto non si pensi. Il passaggio dalla solitudine alla presa d’atto dell’esistenza d’altri e altre ci consegna una Simone de Beauvoir felice, nel senso del superamento della frattura tra l’io e il resto del mondo che non è mai un «paesaggio abbandonato», ma una superficie complessa di vaste e intense relazioni di cui la morale rappresenta orientamento essenziale.

Alessandra Pigliaru

BASTIANA MADAU, nata a Orani (Nuoro), vive e lavora in Sardegna. Si è laureata in filosofia all’Università “La Sapienza” di Roma. Ha lavorato per vent’anni come direttrice di biblioteca. Scrive in diversi periodici sulla produzione letteraria nazionale e internazionale, con uno sguardo attento verso quella sarda. Ha all’attivo un romanzo, Nascar (Poliedro, 2003) e contributi in diversi volumi. È autrice del blog Bianca: post-it, recensioni e labirinti. Il saggio Simone, le Castor (Cuec, 2016) è il suo primo edito di filosofia.

ALESSANDRA PIGLIARU vive e lavora tra Sassari e Roma. Collabora stabilmente con le pagine culturali del quotidiano Il manifesto. Fa parte della Società delle Letterate di cui attualmente è presidente. Cultrice di materia in Storia della filosofia, si occupa in particolar modo di storia delle passioni in età moderna e contemporanea. Ha collaborato con la comunità filosofica femminile di Diotima.