Michele Antonio Plazza. Riflessioni intorno ad alcuni mezzi per rendere migliore l’Isola di Sardegna (1755-1756)

2017, cm 12×19, pp. 288 € 20,00
ISBN 978-88-8467-100-4
Coordinamento editoriale
Centro di studi filologici sardi/CUEC

saggi introduttivi di
Giancarlo Nonnoi e Carlo Mulas

Michele Antonio Plazza (Villafranca di Piemonte, 1720) compì gli studi di chirurgia nell’Università di Torino dove, nel 1744, ottenne le patenti per l’esercizio della professione. Giunto in Sardegna nel 1748 visitò tutta l’Isola, dedicandosi a ricerche in ambito natura­listico e archeologico. Rientrato a Torino, nel 1754, partecipò a numerose iniziative sperimentali e fece parte del gruppo promotore della Società Privata Torinese. A questo periodo risale la redazione delle Riflessioni in­torno ad alcuni mezzi per rendere migliore l’Isola di Sardegna, re­soconto sulle criticità e potenzialità economico-produttive dell’Isola. Con l’istituzione della Scuola di chirurgia nell’Università di Cagliari, rientrò in Sardegna (1759) in qualità di professore della disciplina. Morì a Cagliari il 23 Febbraio 1791.

Le Riflessioni intorno ad alcuni mezzi per rendere migliore l’Isola di Sardegna fanno parte di quell’insieme di relazioni e progetti che, con l’annessione della Sardegna al Piemonte, animarono la discus­sione sulle misure di ordine politico, economico e sociale da adot­tare per avviare un processo di modernizzazione e omologazione dei territori recentemente acquisiti a quelli di terraferma. Sollecitate dal Ministro Bogino, le Riflessioni si soffermano particolarmente sul deficit demografico dell’Isola, problema che l’autore ritiene dovuto al penoso stato di salute degli individui di ogni età e stato sociale. Lo sguardo clinico che analizza la questione dello sviluppo isolano e gli urgenti interventi riformatori sollecitati sul piano della salute pubblica, fanno delle Riflessioni uno documento unico e di grande interesse storico.

Giancarlo Nonnoi (Cagliari 1945) insegna Storia della scienza e Storia della filosofia moderna alla Facoltà di Studi umanistici dell’Università di Cagliari.

Carlo Mulas (Cagliari, 1973) è autore di alcuni racconti di finzione in lingua sarda, ed è attualmente dotto­rando in Storia della scienza presso il Dipartimento di Storia, Beni culturali e Territorio dell’Università degli Studi di Cagliari.