Restare paese. Antropologia dello spopolamento nella Sardegna sud-orientale

tiragallo1999, cm 13,5×20,5, pp. 223 € 15,00
ISBN 88-87088-82-9

di Felice Tiragallo

Questo libro parla di Armungia, un paese di seicento abitanti nella Sardegna sud-orientale, e racconta come i suoi abitanti hanno dovuto, nei tempi lunghi del Novecento, adattarsi agli effetti della modernità e alle conseguenze dello spopolamento, ampliando nonostante ciò il loro orizzonte di vita e di movimento. Occorre ripensare la nozione di comunità per guardare in modo diverso e nuovo al problema dello svuotamento umano delle zone interne della Sardegna. Soltanto così si può mettere in evidenza un’altra Armungia, quella che l’emigrazione ha creato e disperso in Italia e in Europa, e che continua ad avere il suo riferimento morale, relazionale e ideologico con il piccolo centro del Gerrei.

Felice Tiragallo (Cagliari, 1955) ha conseguito il dottorato di ricerca in “metodologie della ricerca etnoantropologica” presso l’Università di Siena. Ha studiato prima, seguendo Michelangelo Pira, la conflittualità dei codici e il banditismo sociale in Sardegna, per occuparsi quindi di cultura materiale e di antropologia visuale. Attualmente insegna antropologia culturale nel corso per operatori culturali per il turismo dell’Università di Cagliari.