Senza futuro. Storie vere di chi ha perso il lavoro e la speranza di vivere

quaderni-cgil42015, cm 15×21, pp. 170 € 15,00
ISBN 978-88-8467-929-1

di Daniela Murgianu e Marco Siddi

È un racconto che riesce a trasmettere, al di là delle leggi statistiche, la drammaticità di un evento che affligge i nostri tempi: la perdita del lavoro; il lavoro, che è costruttore delle persone e fondamento della società, il lavoro, che deve rappresentare il terreno di impegno prioritario dei decisori politici ed economici.
Dalla prefazione di Michele Carrus

Come argomentato in diverse parti di questo volume, sono molteplici e concentrici i macrofattori, soprattutto di ordine economico, che esasperano il senso di solitudine, impotenza, ineluttabilità e svuotamento della dimensione valoriale del lavoro (fino al limite del gesto estremo del suicidio).
Dalla postfazione di Marcello Nonnis

Daniela Murgianu, 34 anni, psicologa, con Master in Criminologia clinica e Psicologia giuridica, è coautrice di un articolo scientifico sul ‘card sorting’ nella “text comprehension”. È socia fondatrice di un’associazione ambientalista – della quale è stata presidente – che si occupa di mobilità sostenibile. Attualmente è presidente di un’associazione culturale.
Marco Siddi, 54 anni, da circa 30 anni dedica gran parte del suo tempo all’attività politica e sindacale, interessandosi non solo dei problemi dei lavoratori, ma anche di quelli dei cittadini e del territorio. Oggi si ritrova, dopo quasi 40 anni di lavoro come dipendente in diverse aziende, disoccupato. Questo è uno dei motivi che l’ha portato a scrivere questo libro.